Tessile e Salute

Chi siamo

wrapkit

L'associazione

L’Associazione Tessile e Salute nasce nel 2001 a Biella ma la sua attività ha valenza nazionale. Fin dalla sua fondazione aggrega Soggetti diversi ma ugualmente interessati a progettare, produrre e vendere articoli tessili, calzature ed accessori sicuri per i consumatori: Associazioni imprenditoriali e dei Consumatori, Istituzioni, Autorità sanitarie, Istituti di ricerca.

SCARICA LO STATUTO

Sostengono e collaborano con l’Associazione Tessile e Salute tra gli altri:

- Arpa
- Assocalzaturifici
- Camera Nazionale della Moda Italiana
- CNA

- CNR ISMAC Biella

- Commissioni Europea DG Enterprise e DG Sanco
- Confartigianato
- Confindustria

Federazione Italiana Industriali dei Tessilivari e del Cappello
- Federchimica

- ICE

- Istituto Superiore di Sanità

- Ministero dell’Ambiente
- Ministero della Salute
- Ministero dello Sviluppo Economico

- Politecnico di Torino
- SIDAPA

- SITI
- SMI Sistema Moda Italia
- Unioncamere


Si avvale del supporto delle Società Scientifiche mediche nazionali, delle parti sociali e delle Associazioni dei Consumatori.

Continua Timeline

2001

Anno di fondazione

100+

Soci

90+

Aziende certificate

5

Progetti realizzati

Timeline

  • 1° Convegno Internazionale
  • 2° Convegno Internazionale
  • 3° Convegno Internazionale
  • 4° Convegno Internazionale
  • 5° Convegno Internazionale.
  • Conclusione progetto LATT (Laboratorio di Alta Tecnologia Tessile) con l’avvio dei lavori nel laboratorio comfort (Politecnico di Torino & Tessile e Salute)
  • Conclusione del progetto “Banca dati delle sostanze utilizzate nel Tessile” con il Ministero della Salute.
  • Gestione di una tavola rotonda in Casa Italia alle Olimpiadi Invernali Torino 2006 dal titolo “Tessile e sport invernali: Un futuro interattivo?”.
  • Avvio del progetto “Istituzione di un Osservatorio Nazionale per la valutazione dei rischi sulla salute derivanti da prodotti tessili” finanziato dal Ministero della Salute.
  • Avvio in collaborazione con AICTC, Federchimica e Sistema Moda Italia del gruppo di lavoro REACH per la realizzazione del documento “Sostanze Chimiche e loro modalità di utilizzo nella filiera tessile italiana”.
  • Avvio e coordinamento in ambito UNI del gruppo di lavoro “Requisiti di sicurezza” per la realizzazione di una norma ad hoc per il tessile.
  • Presentazione a FILO (fiera di Milano) di un programma di monitoraggio delle filiere produttive tessili, finalizzato al futuro rilascio di una certificazione Tessile e Salute.
  • Partecipazione al gruppo di lavoro nazionale per le iniziative nell'ambito dell’anno internazionale delle fibre naturali.
  • Partecipazione al gruppo di lavoro del Ministero dell’Ambiente per definire il “Green Public Procurament”.
  • Consegna al Ministero della Salute e all’ECHA (European Chemicals Agency) del documento “Bicromato di Sodio, utilizzo nel settore tessile: Aspetti sanitari, socioeconomici e di tecnologia”.
  • Chiusura del progetto “Istituzione di un Osservatorio Nazionale per la valutazione dei rischi sulla salute da prodotti tessili” e consegna del rapporto finale al Ministero della Salute.
  • Pubblicazione da parte di UNI del Rapporto Tecnico UNI/TR 11359 “Gestione della Sicurezza dei prodotti tessili, di abbigliamento, arredamento, calzaturieri, in pelle e accessori” frutto del gruppo di lavoro avviato nel 2007.
  • Realizzazione, in collaborazione con la Regione Piemonte, dell'opuscolo “Ma sai cosa ti metti addosso? Mini guida all’acquisto informato dei prodotti tessili”, primo strumento di sensibilizzazione ed educazione indirizzato al consumatore.
  • Avvio della collaborazione con i Comandi dei N.A.S. per il controllo degli articoli in circolazione sul mercato.
  • Avvio della collaborazione con il Sistema Camerale Italiano ed Unionfiliere per attività inerenti l’ampliamento dell’etichetta di tracciabilità TFashion.
  • Avvio con il Ministero della Salute del progetto “Indagine conoscitiva sulla presenza di sostanze pericolose in articoli tessili, in pelle e calzaturieri”.
  • Avvio del rilascio della certificazione “Dichiarazione di partecipazione al progetto Tessile e Salute”.
  • Avvio della collaborazione con Confindustria Nazionale nel “Comitato tecnico per la tutela del Made in Italy e lotta alla contraffazione”.
  • Avvio della collaborazione con la Commissione Europea DG Enterprise.
  • Termine del progetto “Indagine conoscitiva sulla presenza di sostanze pericolose in articoli tessili, in pelle e calzaturieri”.
  • Consegna alla Commissione Europea DG Enterprise del rapporto “Chemicals Substances in Textile Products and Allergic Reactions” in base all’ Art. 25 del Regolamento 1007/2011 sull’etichettatura dei tessili.
  • Intervento alla Quarta Conferenza Nazionale sul Regolamento REACH (Roma).
  • Intervento al 82° IWTO Congress con la presentazione di un progetto per la standardizzazione, a livello internazionale, dei requisiti eco tossicologici per i prodotti in lana.
  • Numero di Aziende Certificate: 18.
  • Consegna all’ IWTO dello studio “Chemical Risk in 100% Wool Textiles”.
  • Aggiudicazione di un bando nazionale del Ministero dello Sviluppo Economico e dell’ICE per la realizzazione dello studio “Analisi comparativa tra Europa e Stati Uniti degli standards eco-tossicologici nei settori Tessile, Abbigliamento, Pelli/Pelletteria, Calzature”.
  • Avvio della collaborazione con la Camera Nazionale della Moda Italiana per la realizzazione delle Linee Guida Eco-tossicologiche Nazionali.
  • Numero di Aziende Certificate: 23.
  • Consegna al Ministero dello Sviluppo Economico ed all’ICE dello studio “Analisi comparativa tra Europa e Stati Uniti degli standards eco-tossicologici nei settori Tessile, Abbigliamento, Pelli/Pelletteria, Calzature” e la sua pubblicazione.
  • Numero di Aziende Certificate: 60.
  • Pubblicazione e presentazione al Senato della Repubblica delle “Linee Guida sui Requisiti Eco-Tossicologici per gli articoli di Abbigliamento, Pelletteria, Calzature ed Accessori” di Camera Nazionale della Moda Italiana in collaborazione con: Federchimica, Sistema Moda Italia e Unione Nazionale Industria Conciaria.
  • Avvio dei lavori per la realizzazione delle “Linee Guida sui requisiti Eco-tossicologici per le miscele chimiche e gli scarichi industriali”.
  • Intervento alla Quinta Conferenza Nazionale sul Regolamento REACH (Roma).
  • Intervento alla Conferenza Nazionale alla Educazione Ambientale e allo Sviluppo Sostenibile organizzata dal Ministero dell’Ambiente e dall’ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.
  • Numero di Aziende Certificate: 68.
  • Avvio del monitoraggio delle supply chains di alcuni importanti brands.
  • Coordinamento tecnico per la sezione 'Sostenibilità Chimica' al primo International Round Table on Sustainability, organizzato da Camera Nazionale della Moda Italiana con i Brand del lusso, sia italiani che stranieri.
  • Numero di Aziende Certificate: 76.
  • Organizzazione a Milano, in collaborazione con ISS, Ministero della Salute e Accredia, del convegno 'Chimica, Moda e Salute' 
  • Coordinamento tecnico per la sezione 'Sostenibilità Chimica' al secondo International Round Table on Sustainability, organizzato da Camera Nazionale della Moda Italiana con i Brand del lusso, sia italiani che stranieri.
  • Lavoro con la Commissione Sostenibilità di Camera Nazionale della Moda Italiana, in qualità di referente tecnico, per la realizzazione delle Linee Guida sulle buone prassi di fabbricazione.
  • Esecuzione di numerosi lavori relativi al comfort e alle prestazione di capi tecnici, in collaborazione con PoliTO.
  • Numero di Aziende Certificate: 92.
2001
  • 1° Convegno Internazionale
2002
  • 2° Convegno Internazionale
2003
  • 3° Convegno Internazionale
2004
  • 4° Convegno Internazionale
2005
  • 5° Convegno Internazionale.
  • Conclusione progetto LATT (Laboratorio di Alta Tecnologia Tessile) con l’avvio dei lavori nel laboratorio comfort (Politecnico di Torino & Tessile e Salute)
2006
  • Conclusione del progetto “Banca dati delle sostanze utilizzate nel Tessile” con il Ministero della Salute.
  • Gestione di una tavola rotonda in Casa Italia alle Olimpiadi Invernali Torino 2006 dal titolo “Tessile e sport invernali: Un futuro interattivo?”.
  • Avvio del progetto “Istituzione di un Osservatorio Nazionale per la valutazione dei rischi sulla salute derivanti da prodotti tessili” finanziato dal Ministero della Salute.
2007
  • Avvio in collaborazione con AICTC, Federchimica e Sistema Moda Italia del gruppo di lavoro REACH per la realizzazione del documento “Sostanze Chimiche e loro modalità di utilizzo nella filiera tessile italiana”.
  • Avvio e coordinamento in ambito UNI del gruppo di lavoro “Requisiti di sicurezza” per la realizzazione di una norma ad hoc per il tessile.
2008
  • Presentazione a FILO (fiera di Milano) di un programma di monitoraggio delle filiere produttive tessili, finalizzato al futuro rilascio di una certificazione Tessile e Salute.
2009
  • Partecipazione al gruppo di lavoro nazionale per le iniziative nell'ambito dell’anno internazionale delle fibre naturali.
  • Partecipazione al gruppo di lavoro del Ministero dell’Ambiente per definire il “Green Public Procurament”.
  • Consegna al Ministero della Salute e all’ECHA (European Chemicals Agency) del documento “Bicromato di Sodio, utilizzo nel settore tessile: Aspetti sanitari, socioeconomici e di tecnologia”.
2010
  • Chiusura del progetto “Istituzione di un Osservatorio Nazionale per la valutazione dei rischi sulla salute da prodotti tessili” e consegna del rapporto finale al Ministero della Salute.
  • Pubblicazione da parte di UNI del Rapporto Tecnico UNI/TR 11359 “Gestione della Sicurezza dei prodotti tessili, di abbigliamento, arredamento, calzaturieri, in pelle e accessori” frutto del gruppo di lavoro avviato nel 2007.
  • Realizzazione, in collaborazione con la Regione Piemonte, dell'opuscolo “Ma sai cosa ti metti addosso? Mini guida all’acquisto informato dei prodotti tessili”, primo strumento di sensibilizzazione ed educazione indirizzato al consumatore.
  • Avvio della collaborazione con i Comandi dei N.A.S. per il controllo degli articoli in circolazione sul mercato.
2011
  • Avvio della collaborazione con il Sistema Camerale Italiano ed Unionfiliere per attività inerenti l’ampliamento dell’etichetta di tracciabilità TFashion.
  • Avvio con il Ministero della Salute del progetto “Indagine conoscitiva sulla presenza di sostanze pericolose in articoli tessili, in pelle e calzaturieri”.
2012
  • Avvio del rilascio della certificazione “Dichiarazione di partecipazione al progetto Tessile e Salute”.
  • Avvio della collaborazione con Confindustria Nazionale nel “Comitato tecnico per la tutela del Made in Italy e lotta alla contraffazione”.
  • Avvio della collaborazione con la Commissione Europea DG Enterprise.
  • Termine del progetto “Indagine conoscitiva sulla presenza di sostanze pericolose in articoli tessili, in pelle e calzaturieri”.
2013
  • Consegna alla Commissione Europea DG Enterprise del rapporto “Chemicals Substances in Textile Products and Allergic Reactions” in base all’ Art. 25 del Regolamento 1007/2011 sull’etichettatura dei tessili.
  • Intervento alla Quarta Conferenza Nazionale sul Regolamento REACH (Roma).
  • Intervento al 82° IWTO Congress con la presentazione di un progetto per la standardizzazione, a livello internazionale, dei requisiti eco tossicologici per i prodotti in lana.
  • Numero di Aziende Certificate: 18.
2014
  • Consegna all’ IWTO dello studio “Chemical Risk in 100% Wool Textiles”.
  • Aggiudicazione di un bando nazionale del Ministero dello Sviluppo Economico e dell’ICE per la realizzazione dello studio “Analisi comparativa tra Europa e Stati Uniti degli standards eco-tossicologici nei settori Tessile, Abbigliamento, Pelli/Pelletteria, Calzature”.
  • Avvio della collaborazione con la Camera Nazionale della Moda Italiana per la realizzazione delle Linee Guida Eco-tossicologiche Nazionali.
  • Numero di Aziende Certificate: 23.
2015
  • Consegna al Ministero dello Sviluppo Economico ed all’ICE dello studio “Analisi comparativa tra Europa e Stati Uniti degli standards eco-tossicologici nei settori Tessile, Abbigliamento, Pelli/Pelletteria, Calzature” e la sua pubblicazione.
  • Numero di Aziende Certificate: 60.
2016
  • Pubblicazione e presentazione al Senato della Repubblica delle “Linee Guida sui Requisiti Eco-Tossicologici per gli articoli di Abbigliamento, Pelletteria, Calzature ed Accessori” di Camera Nazionale della Moda Italiana in collaborazione con: Federchimica, Sistema Moda Italia e Unione Nazionale Industria Conciaria.
  • Avvio dei lavori per la realizzazione delle “Linee Guida sui requisiti Eco-tossicologici per le miscele chimiche e gli scarichi industriali”.
  • Intervento alla Quinta Conferenza Nazionale sul Regolamento REACH (Roma).
  • Intervento alla Conferenza Nazionale alla Educazione Ambientale e allo Sviluppo Sostenibile organizzata dal Ministero dell’Ambiente e dall’ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.
  • Numero di Aziende Certificate: 68.
2017
  • Avvio del monitoraggio delle supply chains di alcuni importanti brands.
  • Coordinamento tecnico per la sezione 'Sostenibilità Chimica' al primo International Round Table on Sustainability, organizzato da Camera Nazionale della Moda Italiana con i Brand del lusso, sia italiani che stranieri.
  • Numero di Aziende Certificate: 76.
2018
  • Organizzazione a Milano, in collaborazione con ISS, Ministero della Salute e Accredia, del convegno 'Chimica, Moda e Salute' 
  • Coordinamento tecnico per la sezione 'Sostenibilità Chimica' al secondo International Round Table on Sustainability, organizzato da Camera Nazionale della Moda Italiana con i Brand del lusso, sia italiani che stranieri.
  • Lavoro con la Commissione Sostenibilità di Camera Nazionale della Moda Italiana, in qualità di referente tecnico, per la realizzazione delle Linee Guida sulle buone prassi di fabbricazione.
  • Esecuzione di numerosi lavori relativi al comfort e alle prestazione di capi tecnici, in collaborazione con PoliTO.
  • Numero di Aziende Certificate: 92.
2019
  •  Trasformazione eterogenea di Associazione Tessile e Salute in Associazione Tessile e Salute – Impresa Sociale.
  • Attività di supporto di Certiquality per l’allineamento dello schema di certificazione di Tessile e Salute ai criteri standard ISO 17020:12
  • Adesione formale di UNIC e di ECU (Associazione Europea dei Consumatori) a Tessile e Salute.
  • Presentazione di diversi progetti di ricerca e numerose sperimentazioni in vivo relative al comfort alle prestazioni di capi tecnici, in collaborazione con Polito.
  • Collaborazione con il Ministero dell’Ambiente alla realizzazione del Bollettino di informazione del Ministero “Sostanze chimiche, ambiente e salute” – Anno 10° - numero 1 – Settore tessile e sostanze chimiche.
  • Prima edizione del premio ‘Elsa Piana’. Il premio, in capo a Tintoria Piana e ad Associazione Tessile e Salute, andrà a giovani ricercatori che abbiano sviluppato idee progettuali inerenti prodotti tessili in linea con le tematiche di Tessile e Salute.
2020
  1. Incontro al Ministero dell’Ambiente con il Direttore Generale per il patrimonio naturalistico al fine di presentare il nuovo Presidente di TeS e riprendere le collaborazioni.
  2. Approvato ed avviato il progetto 'FI.T.NAT. Fibre e tinture naturali', per la realizzazione di una linea di maglieria intima esclusivamente in fibre naturali, tinte con tinture naturali.
  3. Presentato ed approvato il progetto ‘Biocompatibilita di bendaggi sensibili al pH (BIOBENS) per lo sviluppo di manufatti tessili tinti con coloranti alocromici (ovvero sensibili al pH), per applicazioni nel settore medicale.
  4. Presentato ed approvato il progetto ‘Avvio di un Osservatorio nazionale dermatologico per le reazioni avverse da sostanze chimiche presenti nelle filiere e negli articoli tessili e pelle’ per il coordinamento delle attività propedeutiche all’Osservatorio nazionale.
  5. Superamento prima fase del Bando Seed della Compagnia di San Paolo di Torino, rivolto al mondo associativo e non-profit piemontese, con lo scopo di aiutare le aziende del terzo settore nello sviluppo dei loro progetti.
  6. Pubblicazione sul registro pubblico dell’Ufficio Europeo dei Brevetti del marchio di certificazione europeo “ETHIC ET” (deposito nr. 018191731) per le verifiche necessarie all’avvio dell’iter di certificazione.
  7. Miglioramento ed implementazione del Rapporto di Sostenibilità rilasciato da TeS alle aziende certificate che lo richiedono.
  8. Servizio di assistenza tecnico-scientifica alle figure aziendali dedicate all’implementazione del chemical management system aziendale.


Totale aziende associate: 116

Totale aziende certificate: 85

2021

 

Come associarsi?

Associarsi è semplice e vantaggioso. Vai alla sezione dedicata e scopri ora come fare!
Diventa socio